bottiglie (Disponibili)

Carrello Filtri

Reset Filtri
Ottenuta da una particolare miscela di malti selezionati, dal colore mogano brillante, con schiuma consistente color crema. Presenza di aromi pieni come caramello. In bocca sensazioni di morbidezza e pienezza. L’amaro non è invadente.

Leggera, fruttata, elegante e equilibrata. Questa è l’interpretazione del Birrificio 26 Nero dell’ American Pale Ale. Al naso si presenta con sentori agrumati e fruttati. Al gusto schietto del malto si contrappone l’amaro tipico degli oli essenziali dei luppoli americani e neozelandesi.

Birra chiara doppio malto ottenuta da una miscela equilibrata di malti e luppoli, l’aggiunta di bucce di arancia in infusione le donano un carattere deciso ma gentile. Dal profilo decisamente maltato con sentori di miele, corpo rotondo, schiuma compatta e persistente. Il lievito utilizzato dona esteri fruttati e floreali che si ritrovano anche all’assaggio.

Fresca dissetante, beverina. Alla vista si presenta opalescente per l’utilizzo di frumento e farro. Schiuma abbondante e compatta. Nel profilo aromatico prevalgono note agrumate. In bocca un corpo complesso con sentori agrumati e speziati dovuti dall’uso in cottura scorsa di arancio, coriandolo e pepe rosa. Il finale appena citrico

Estremamente profumata, si avvertono sentori di frutti esotici come mango e frutto della passione grazie all’aggiunta a freddo di fiori di luppolo. Grazie alla sapiente luppolatura, in bocca, emerge un piacevole amaro dal carattere deciso, ma mai invasivo. Sul finale emergono sentori di agrumi e spezie.

Birra chiara dal colore oro, al naso si avvertono aromi fruttati e floreali grazie all’utilizzo di luppoli in fiore. In bocca si percepiscono note dolciastre di malto ben contrastate da un piacevole amaro che rimane come retrogusto e dona una facile bevuta.

Brassata con aggiunta di peperoncino jalapeño. Decisa e suadente, schiuma color nocciola. Al naso si percepiscono note di cioccolato e caffè con sfumature di tabacco. In bocca è morbida ma decisamente scorrevole. Sul finale la nota piccante mai invasiva invita al sorso successivo.

La PERSICA è una birra alla frutta ad alta fermentazione, realizzata utilizzando pregiate pesche di Montelabbate, in provincia di Pesaro e Urbino. La delicatezza e l’alta qualità delle pesche utilizzate si ritrovano negli aromi di pesca di questa birra. Le pesche ed il frumento utilizzati donano alla birra anche le caratteristiche note fresche e leggermente acidule delle birre alla frutta, equilibrandola al palato e rendendola fresca e dissetante. La PERSICA, questo il nome latino della pesca, si presenta di un brillante ed intenso color giallo opalescente ed una bianca schiuma abbondante, compatta e persistente, esprime appieno l'aroma di pesche. Al naso si percepiscono gli aromi della pesca affiancati da una buona freschezza e da una leggera nota balsamica del luppolo. La PERSICA è rinfrescante e dissetante, per niente dolce, delicata e con un persistente aroma di pesca. Il perlage è cremoso e poco invadente, mentre l’amaro è delicato e leggermente balsamico. La PERSICA è una birra che soddisfa appieno il palato in qualsiasi momento della giornata. Ideale come aperitivo, con i piatti agrodolci, l’anatra all’arancia, i piatti di carne con buona tendenza dolce come guanciale, agnello, grigliata, con tutti i dolci a base di frutta, la californiana e la torta alle pesche in prima linea, la macedonia, i dolci cremosi delicati, la piccola pasticceria, i cocktails.

Birra ambrata a bassa fermentazione ispirata alle american amber lager caratterizzata dai luppoli nordamericani e dai nobili europei dai quali prende soprattutto il sapore, mantenendo un amaro equilibrato. I luppoli originari della Yakima Valley sono ben bilanciati dalle note di caramello dei malti utilizzati. La ELK è caratterizzata da un intenso e luminoso color ambra, limpido e profondo. I profumi sono eleganti di luppolo e malto, erbacei e fruttati. Al palato offre il meglio di se: fresca, scorrevole, intensa ed equilibrata, si lascia bere senza timidezza! La ELK si esprime eccezionalmente bene in ogni occasione: da sola, come aperitivo o con gli antipasti, con i formaggi, i primi piatti strutturati, il riso (da provare con un risotto al formaggio), con le preparazioni di pesce più intense, con la carbonara, con le carni rosse, il manzo, il maiale, l’anatra, fino ad azzardare con i dolci secchi. ELK è l’alce gigante tipico delle foreste del nord dell’America da dove vengono i luppoli più caratteristici di questa birra.

La KAFKA GOSE è in stile gose. Conosciuta anche come birra di Lipsia, ha una storia lunga mille anni ma rimane uno stile mitico, conosciuto soprattutto dai grandi appassionati. La nostra interpretazione è con limone, zenzero e sale dolce di Cervia. Com’è? Basso grado alcolico, leggermente salata, speziata: perfetta per le serate estive e per riprendersi dopo un'attività fisica. KAFKA è una serie di birre “one shot” dove sperimentare e provare nuovi ingredienti. Per questo la KAFKA sarà una birra in continuo cambiamento, in metamorfosi, proprio come il bruco che si trasforma in falena. KAKFA come omaggio all’autore del più famoso racconto sulla metamorfosi.

La VULPES è una birra ad alta fermentazione nell'originale stile italiano delle IGA (Italian grape ale). Una birra nella quale aggiungiamo mosto d'uva rossa Cabernet Franc dell'azienda agricola Selvagrossa, da cui la stessa azienda produce un vino eccezionale. La VULPES è limpida, con un intenso color rame con brillanti riflessi rossi. I profumi complessi subito stupiscono per l'apporto che il mosto d'uva conferisce alla birra: molteplici, intensi, freschi, profondi. Soffermarsi sui profumi permette alla birra di scaldarsi leggermente e di liberare così tutto il suo potenziale. Non è certo una birra noiosa, anzi! All'assaggio si conferma tutta la sua complessità, supportata da un buon corpo. La VULPES è l'anello di congiunzione tra la birra ed il vino e per questo è molto versatile nell'abbinamento con il cibo. Preferisce indubbiamente le carni ma anche con le preparazioni marinare si abbina alla perfezione, aiutata dalla maggiore freschezza e dalla temperatura di servizio ideale di circa 12 gradi. L'illustrazione rappresenta la famosa favola della Volpe e l'uva di Esopo, anche se in questo caso ci piace immaginare che la volpe riesca a godere dei frutti della vite, come noi facciamo.

La PICUS è una “Italian Wheat” ovvero una birra di frumento reinterpretata con prodotti locali. Il frumento crudo utilizzato è infatti l’antico grano Gentil Rosso, a spiga alta, raccolto da coltivazione biologica nelle terre di Urbino. La PICUS si presenta di un brillante color giallo paglierino opalescente ed una bianchissima schiuma abbondante, compatta e persistente. Al naso si percepisce subito il fruttato caratteristico delle weiss, principalmente con sentori di banana, ed una nota balsamica data dal luppolo utilizzato. Freschezza e mineralità la fanno da padroni e queste caratteristiche le ritroviamo anche in bocca. Rinfrescante e dissetante, con un perlage cremoso e poco invadente, un amaro elegante e delicato, la PICUS è una birra piacevolmente equilibrata e facile da bere. Il suo abbinamento d’elezione è col pesce in generale, con pesci alla griglia, crostacei, fritture, molluschi. Eccezionale con la pizza, si accosta egregiamente anche a salumi, formaggi, primi piatti, carni bianche. Da provare con la carbonara classica o di mare. PICUS è il nome latino del picchio, simbolo delle Marche dove viene coltivato il suo ingrediente più importante.

La ONI è una "Red IPA" ovvero un'alta fermentazione decisamente luppolata, con una percentuale di malti scuri che le donano un brillante color rosso rame. La schiuma color nocciola, compatta e cremosa, diffonde i profumi dei luppoli erbacei, fruttati, terrosi e speziati che si mescolano al maltato ed al caramello dei malti speciali. La bassa gasatura accarezza delicata la bocca ed esalta ancora di più il sapore della ONI, equilibrato tra l'amaro intenso, avvolgente, persistente e gli aromi dei malti tostati. Di medio corpo, con un buon amaro lungo nel finale, la ONI si riesce ad abbinare benissimo con le carni alla griglia, gli hamburgers, i formaggi stagionati come il parmigiano reggiano ed il pecorino romano, con le pizze ricche, con i piatti della cucina messicana e del sud-est asiatico, con il fritto misto, i primi piatti di carne, e molto altro! Gli ONI sono i demoni della tradizione orientale, di solito dalla pelle rossa.

La KISA è una “White IPA” ovvero una birra di frumento luppolata in stile Indian Pale Ale, con luppoli nordamericani ed australiani. La KISA è limpida, di color oro brillante ed intenso con una bianca schiuma abbondante, compatta e persistente. Al naso si è subito investiti da un vasto bouquet di profumi fruttati e floreali, agrumati e tropicali. In bocca si conferma il buon bilanciamento dei sapori e dell’amaro. I luppoli dominano la scena senza essere aggressivi. La bocca si riempie di essenze aromatiche e la persistenza è molto lunga. L’amaro maggiormente percettibile è quello dell’albero del pompelmo rosa e del cedro. È una birra fresca, solare, profumata ed intensa. Ottima come aperitivo; carni bianche saporite e carpacci con agrumi; formaggi con erbe aromatiche ed a media stagionatura; risotti, paste o frittate caratterizzati da asparagi, carciofi, vitalbe ed erbe selvatiche; piatti etnici speziati; tartare classica di manzo. L'elefante bianco è un raro e famoso pachiderma indiano. Proprio da qui abbiamo preso l'ispirazione per questa birra; dalle spezie utilizzate, allo stile White (bianco) IPA (indian pale ale).

Birra semplice ma elegante, un ottimo mix tra dolce e un leggero amaro. Una facilità di bevuta aiutata dalla gradazione alcolica ben nascosta dai sentori di miele e crosta di pane uniti alle note fruttate, che la rendono una birra unica nel suo genere. Gasatura con carattere deciso ma molto piacevole al palato.

Un'esplosione di cocco messo in più fasi della produzione quasi al 15%; a spalleggiare il cocco, che risulta prorompente e dominante in gola, abbiamo messo della vaniglia Bourbon e caffè Bababudan. Il corpo milk è medio, estremamente morbido, profumatissima e perfettamente bilanciata, la schiuma è bianca e abbondante alla spillatura. Dedicata al 50° anno dello sbarco sulla luna

Il corpo forte e il contenuto alcolico elevato di questa birra contribuiscono alle sensazioni di gusto molto complesse. L'accentuata ma ben bilanciata luppolatura dà gusto e regala alla birra un finale morbido. La birra Bock nacque nella città anseatica Einbeck nel 1700 e venne esportata in tutto il mondo.

Questa birra scura presenta una schiuma cremosa. Il carattere di questa birra deriva dal gusto di malto tostato e caramellato e dalle note di luppolo percepibili nel retrogusto. Medaglia d'oro a European Beer Star del 2013 nella categoria German- Style KellerBier Dunkel

Il colore paglierino e l'uso di luppoli pregiati conferiscono alla nostra Pils un'eleganza fresca e dissetante con un bell'amaro nel finale.

La nostra birra Vienna Lager dalla schiuma densa, deve il suo spiccato aroma erbaceo all'utilizzo di luppoli pregiati. Birra piena con sentori di malto e biscotto con un finale rinfrescante e secco.

Questa birra di frumento è piacevolmente rinfrescante, fruttata e dalla schiuma fine; ha un gusto intenso di banana e chiodi di garofano con un finale leggermente dolce.

Di colore ambrato con schiuma bianca persistente. Al naso emergono profumi fruttati e maltati. In bocca il dolce del malto fa immediatamente spazio all’amaro delicato del luppolo.

Schiuma di colore bianco, fine e persistente. All’esame olfattivo prevale un profumo agrumato, in cui il limone predomina su tutto. Al gusto è bilanciata, l’amaro è equilibrato e svanisce facendo spazio alle note maltate.

Con aggiunta di miele, dal colore ambrato scuro e schiuma beige persistente. Al naso complesse note erbacee e balsamiche, sentori di agrumi e legno di mandarino. In bocca è morbida con note mielate che nascondono una decisa nota amara.

Schiuma fine e persistente. Al naso emergono note agrumate e fruttate. In bocca si presentano note erbacee in cui l’amaro risulta essere molto morbido ed equilibrato.

Bionda, leggermente velata a causa dell’aggiunta in ricetta di malto di frumento e di una massiccia luppolatura al naso emergono note tropicali e resinose, con un amaro che unitamente al grado alcolico basso invogliano un sorso dopo l’altro.

Colore oro intenso con schiuma fine e persistente di colore bianco. Al naso profumi di crosta di pane. In bocca il malto predomina grazie a morbide e avvolgenti note caramellate.

Birra ad alta fermentazione in stile Saison dal colore giallo scarico. L’utilizzo di frumento in ammostamento conferisce la tipica velatura ed abbondante schiuma di colore bianco. Al naso il luppolo è leggero ed è sovrastato da una speziatura intrigante. In bocca un fiume di bollicine ed una lieve acidità si uniranno a note di miele rendendo questa birra estremamente dissetante. Vi verrà in aiuto nelle giornate più torride.

Uno dei classici stili tedeschi, dal colore paglierino: all’aroma netti i richiami al miele ed erbacei. Dona un gusto bilanciato, leggero e nettamente scorrevole.

Birra in stile Weizen dal colore giallo velato e dal gusto pieno e setoso. Spicca nettamente il classico aroma di banana e pane, elementi imprescindibili nello stile proposto.

Il largo impiego di luppoli americani e del giapponese Sorachi Ace la rende insolita e accattivante. L’aroma esplosivo di agrumi e resina si fonde con il sentore di frutta esotica e mandorle. Amaro deciso, sapientemente bilanciato da una nota caramellata.

Ispirata ad una classica Belgian Ale di colore rosso rubino, dolce e maltata in ingresso e fruttata nell’aroma.

Il seducente aroma fruttato dei luppoli pacifici e americani si fonde ai toni speziati di coriandolo, buccia d’arancia e pepe rosa. In bocca il gusto si evolve da una sensazione di morbidezza verso un amaro provocante, passando per un esotico sentore di spezie che infonde freschezza e dona semplicità di beva.

Birra a base di frumento maltato e non fermentata con lieviti neutri americani e adeguata all’arida arsura estiva con l’aggiunta di purea di mirtillo e polpa di limoni siciliani per gelare la tua estate! Una combo pensata per dare novità, freschezza ed effetto wow alla beva. Leggermente acidula, rosata alla vista. Rinvigorisce lo spirito!

Una base blanche con aggiunta di polpa di frutto della passione che dona un gusto leggermente acidulo ed un profumo predominante di frutta. Rimane una birra scorrevole, fresca e dissetante.

Birra dal colore scuro con aromi tostati e di frutta secca e matura. In bocca il corpo rotondo lascia spazio ai sentori tipici di caffé, ma anche frutta rossa con un amaro rotondo e leggero che accompagna la bevuta al suo finale

Spiccato grado d'amaro e dal corpo vellutato. Di color ambrato scarico, tendente al dorato, Mobster è una birra che non lascia via di scampo. I suoi profumi resinosi e leggermente agrumati regalano una notevole facilità di beva, nonostante gli 8,5% di gradazione.

Ha un colore giallo leggero, una schiuma bianca persistente e un profumo di malto e luppolo inconfondibilmente tedeschi

Italian Grape Ale (IGA) prodotta con il 12% di mosto di uva Garganega, vitigno tipico della zona di Vicenza

Profumi di frutta esotica e aromi resinosi sono la firma di questa birra dall'impatto immediato. L'impiego di malti caramellati esalta e arricchisce la struttura che viene bilanciata da un finale amaro, prolungato e deciso. Birra dedicata agli amanti del luppolo!

Scura con un tenue aroma torbato. Gli aromi di malto tostato e di nocciole lasciano spazio a una piacevole nota affumicata.

Bionda, leggermente velata a causa del grande quantitativo di luppolo utilizzato. Corpo snello che sostiene un bel amaro che ricorda agrumi e resina

La Shindy è una Summer Ale facile da bere, con un ventaglio aromatico dominato da note fruttate e floreali. È ovviamente una classica “ammazza sete”

Birra ad alta fermentazione con un colore ambrato scarico, non amara. E' caratterizzata da sentori delicati di pera, banana, chiodi di garofano, frutta a polpa gialla e una nota delicata erbacea. Corpo medio.

Birra ad alta fermentazione, color oro profondo, non filtrata nè pastorizzata, rifermentata in bottiglia. Caratterizzata dall’uso dello stesso tipo di luppolo sia per l’amaro che per l’aroma, ha un sapore equilibrato delicate note dolci di malto e frutta, con finale leggermente amaro. Nel lessico contadino locale è la terra arata pronta ad accogliere le piogge.

Birra ad alta fermentazione, color ambrato, non filtrata né pastorizzata, rifermentata in bottiglia. Due volte IPA (ri-ipa), l’alta gradazione alcolica e l’uso di importanti quantità di luppolo la rendono piacevolmente inebriante e fresca. La Ripa è un dirupo, una scarpata scoscesa.

Birra ad alta fermentazione, chiara al farro, non filtrata nè pastorizzata, rifermentata in bottiglia. Ispirata alle blanches belga, è caratterizzata dall’uso di farro Tritticum Dicocco tipico cereale delcentro-Italia (usato già in epoca romana) e speziata con coriandolo, buccia d’arancia e miele. La Ventora nel lessico locale è la merenda, il ristoro che i contadini consumano direttamente sul campo durante il lavoro.

Birra chiara d'ispirazione britannica, è la classica "birretta" dalla bassa gradazione alcolica leggera e rinfrescante, da bere e ribere. Il nome è dedicato all'evento musicale MAF Marotta Acustica Festival.

Birra ad alta fermentazione, ambrata, non filtrata nè pastorizzata, rifermentata in bottiglia. Ispirata alle Inda Pale Ale (birre usate dalle truppe inglesi in India durante il colonialismo) è caratterizzata dall’uso di importanti quantità di luppolo e personalizzata con miele millefiori. Brugla nel lessico locale è la chiave a brugola, il nome ricorda un aneddoto legato alla nascita della ricetta di questa birra.

Birra ad alta fermentazione, color ambrato, non filtrata nè pastorizzata rifermentata in bottiglia. D’ispirazione scozzese come le tipiche “70 scellini” è la classica birra da pub dal gusto maltato e “smooth”, dal finale leggermente amaro, piacevole e facile da bere. La Mamana nel lessico contadino locale è la levatrice, che passava di casa in casa ad assistere le partorienti.

Birra ad alta fermentazione, scura,non filtrata né pastorizzata, rifermentata in bottiglia. Ispirata alle birre del ‘700 bevute dai «portantini» di Londra, personalizzata con lupino tostato di Anterivo (usato prima dell’avvento del caffè nei rifugi dolomitici). Al tipico tostato di malto scuro si aggiunge un amaro finale piacevole e particolare. Mareggia è un aggettivo usato nel lessico locale per indicare qualcosa che ha un amaro particolare.

Birra ad alta fermentazione, ambrata quasi bruna, non filtrata né pastorizzata, rifermentata in bottiglia. Ispirata alle Strong Ale è corposa e dai sapori caramellati e personalizzata con zucchero di canna grezzo. Piacevole da bere nasconde bene il suo alto grado alcolico. Rola nel lessico locale è la parte anteriore del camino, il focolare, dove la famiglia senza televisione si riuniva a fine giornata.

Birra dal colore ambrato chiaro con profumo esplosivo di luppoli americani, con note floreali ed agrumate. Secca al palato, è caratterizzata da un finale amaro deciso e prolungato

Barley wine di stampo inglese. Al naso si avvertono note etiliche con sentori di agrumi, miele e madeira. In bocca si presenta con una dolcezza inaspettata ed un corpo importante, con un finale lunghissimo e leggermente amaro.

In tipico stile belga, con speziatura a base di coriandolo, buccia di arancia, aggiunta di farro e frumento non maltato. Color giallo pallido, al naso spiccano le note fresche degli agrumi, che si ripresentano in bocca con una piacevole dolcezza.

Ricca e complessa, con note di miele e nocciola. In bocca note maltate ma ben bilanciate.

Amaro e aroma affidati al tandem Usa Citra-Centennial. Tinta ambrata (riflessi tra l’arancia e il miele). Al naso caramello, biscotto, fiori d’arancia e agrume a scorza rossa. Un intreccio di polpe tropicali, in specie maracuja e mango.

Profumi agrumati e tropicali dati da una generosissima luppolatura made in Europe di nuova generazione.

L’aroma della Goslar 1826 è speziato, su di tutti troviamo il coriandolo. Segue poi un leggero floreale equilibrato molto bene dagli aromi agrumati. L’utilizzo del bergamotto in preparazione rende la bevuta piacevole e fresca, leggermente acidula.

Stout con note di spezie e liquirizia al naso. In bocca corpo deciso e note di cioccolato, liquirizia e caffè.

Ben bilanciata con al naso aromi fruttati e speziati. In bocca finale secco e note balsamiche che la rendono beverina nonostante un corpo deciso.